Il Network per la Ricerca Clinica

Gli standard di qualità maturati in questi anni hanno portato anche a un meritato riconoscimento in campo nazionale e internazionale, ed hanno fatto sì che il CRC sia uno dei pochi centri in Italia accreditati dall’AIFA per la ricerca clinica di fase I e sia inserito in un network (Italian Early Phase Studies Network ) che ha i seguenti obiettivi e svolge le seguenti attività:

  • Assistere i centri italiani di ricerca di Fase I
  • Promuovere gli studi clinici di Fase I
  • Promuovere la formazione del personale coinvolto nella ricerca clinica, mediante l’uso delle norme di buona pratica clinica (GCP) e delle linee guida nazionali ed internazionali relativi alla sperimentazione clinica
  • Rappresentare i membri del Network in materia di sperimentazione clinica
  • Organizzare corsi di formazione, convegni, workshop e conferenze relative alla sperimentazione clinica
Promuovere il Network attraverso:
  • una piattaforma web
  • un forum di discussione
  • un bollettino scientifico (“Bulletin: Italian Early Phase Studies Network”)
Ovviamente, l’inserimento in un ristretto Network nazionale non può essere trascurato e deve anzi essere tenuto nella massima considerazione nell’ambiziosa prospettiva – a nostro avviso – di acquisire addirittura un ruolo di leader del Network, e dunque una posizione di primo piano alla guida di un auspicato rilancio della ricerca clinica in Italia. Questa ambizione potrebbe tranquillamente essere giustificata dalle potenzialità del CRC, che per dimensioni e organizzazione della struttura non ha eguali in Italia.